Navigazione veloce

DOVE SIAMO

 VAL DI ZOLDO E ZOPPE’ DI CADORE

Territorio Ladino 

Patrimonio Naturale Mondiale dell’Umanità UNESCO

ZOLDO OLYMPUS DIGITAL CAMERA 1803488
Panorama Mareson Zoppè di Cadore
 
 
 
 
 
I comuni di Val di Zoldo e Zoppè di Cadore si trovano al centro delle Dolomiti, in provincia di Belluno, nella parte più settentrionale della regione Veneto, inseriti tra l’Agordino a ovest, il Cadore a est e la Val Fiorentina  a nord. La valle è percorsa in tutta la sua lunghezza (circa 30 km) dal torrente Maè che nasce alle pendici orientali del monte Civetta e confluisce nel Piave, vicino a Longarone.
La valle è interamente circondata da alti massicci dolomitici e gruppi di monti, alcuni dei quali fanno parte della storia alpinistica delle Dolomiti. Partendo dal più alto, il monte Civetta (3.220 m), e procedendo in senso orario, si trovano il maestoso e solitario monte Pelmo (3.168 m), l’articolato gruppo del Bosconero (2.468 m), quindi sull’altro versante della valle la catena MezzodìPramper (2.409 m) accesso al Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, il gruppo TamerSan Sebastiano(2.547 m) e infine la Moiazza (2.878 m) che è praticamente un prolungamento meridionale del Civetta.
La maggior parte di queste montagne è stata dichiarata “Patrimonio Naturale dell’Umanità” , dall’UNESCO il 26 giugno 2009, insieme ad altri gruppi delle Dolomiti.
L’area è attraversata dalla Strada Provinciale 251,che la mette in comunicazione con la valle del Piave (Longarone) e la Val Fiorentina (Passo Staulanza). È possibile inoltre raggiungere l’Agordino tramite il Passo Duran e la Valle del Boite (Cadore) attraverso la Forcella Cibiana (Strada Provinciale 347).